Il senato approva la legge stabilità: ecco il testo definitivo

e7c0584255fa6f2981e510285a9e9e4f_l

Il Senato con l’approvazione del maxi emendamento alla Legge di stabilità apporta modifiche che avranno un impatto subito dal 1 gennaio: stretta al regime forfettario per chi ha redditi di lavoro dipendente, reverse charge per le imprese di pulizie, split payment per le forniture alle amministrazioni pubbliche

Il Senato approva la Legge di Stabilità con 162 voti favorevoli e 37 contrari.

L’approvazione è avvenuta dopo una maratona iniziata alle ore 10,10 di venerdì 19 dicembre e conclusasi alle 7,46 di stamattina sabato 20 dicembre.

Il maxiemendamento approvato ha sostitutivo interamente il testo del disegno di Legge di stabilità (ddl 1698), sul quale il Governo aveva posto la questione di fiducia.

La manovra torna alla Camera dei deputati per il via libera definitivo.

Tra le modifiche approvate che ci interessano da vicino e che si applicheranno dal 1 gennaio ricordiamo:

– Local tax rinviata al 2016 e Tasi e Imu confermate per il 2015

– Regime forfettario – vengono introdotte alcune modifiche alla stesura originaria. Chi svolge un lavoro dipendente potra’ accedervi solo se il lavoro autonomo o di impresa è prevalente. La prevalenza non si guarda se complessivamente il reddito di lavoro dipendente – autonomo/impresa non supera 20.000 euro.

– Aumenta l’applicazione del reverse charge che si estenderà anche alle imprese di pulizia. La fattura emessa dall’impresa di pulizie dal 1 gennaio 2015 dovrà essere emessa senza Iva e chi la riceve dovrà integrarla applicando l’Iva del 22% e registrando la fattura sia nel registro acquisti che nelle emesse.

– Split payment per i fornitori della pubblica amministrazione: in pratica la pubblica amministrazione invece di pagare l’Iva ai propri fornitori la verserà direttamente all’Erario e quindi il fornitore si troverà un certo importo del proprio volume di affari senza Iva, con il rischio di rimanere a credito di Iva per importi rilevanti. A fronte infatti delle forniture alla Pubblica amministrazione senza Iva dovrà comprare i beni e servizi normalmente con Iva, e questo genererà il rischio di essere stabilmente a credito Iva.

Tra le buone notizie:

– Confermate le detrazioni per le ristrutturazioni

– Piu’ tempo per il ravvedimento operoso

– Conferma del bonus di 80 euro

Fonte: Senato della Repubblica

Questo sito fa uso dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando con la navigazione del sito accetti l'uso dei cookie. Più informazioni

INFORMATIVA SUI COOKIES

Informazioni sui cookies
Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perchè Unione Artigiani Italiani utilizza i cookies?
Unione Artigiani Italiani utilizza i cookies al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di acquisto modellata il più possibile intorno ai suoi gusti e preferenze. Tramite i cookies Unione Artigiani Italiani fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile sia il procedimento finale di acquisto che la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito Unione Artigiani Italiani – Sede Provinciale di Frosinone ha preso opportune misure tecniche ed organizzative. Per ulteriori informazioni si prega di consultare la nostra Informativa sulla privacy.

Come posso disattivare i cookies ?
È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:
1. Apri Firefox
2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:
1. Apri Internet Explorer
2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:
1. Apri Google Chrome
2. Clicca sull'icona “Strumenti”
3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:
1. Apri Safari
2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

Chiudi