Mettersi in proprio: autorizzazioni e adempimenti iniziali

a522a6005d1cb428ea34ef1769cd7452_l-1

Camera di Commercio, Asl, Comune, Agenzia delle Entrate, Inps, Inail, Questura: per mettersi in proprio servono autorizzazioni, licenze e vari documenti
L’avvio di un’attività imprenditoriale necessita di una molteplicità di adempimenti che potrebbero scoraggiare, se non si possiede una buona dose di entusiasmo e spirito d’iniziativa.

Per chi esercita un’attività d’impresa, oltre agli obblighi di apertura di partita Iva e iscrizione all’Inps, è necessario effettuare l’iscrizione presso il Registro delle imprese, la denuncia d’inizio d’attività e la denuncia di assunzione presso l’Inail.
Agli operatori economici sono richieste, inoltre, licenze, autorizzazioni, concessioni, nulla-osta, iscrizioni alle gestioni previdenziali, denunce al Repertorio Economico Amministrativo (REA).

La gestione iniziale dell’attività e la lista di controllo
In genere, per l’apertura di un’attività, ci si affida ad un consulente (commercialista per esempio), che si occupa di preparare e presentare agli uffici competenti, tutti i documenti necessari. Si tratta di Comune, Azienda Sanitaria Locale (ASL), Ufficio entrate, Camera di commercio.
Gli adempimenti costitutivi sono trasmessi agli enti interessati per mezzo del Registro delle imprese presso la Camera di commercio competente, utilizzando la procedura telematica denominata ComUnica (Comunicazione Unica d’impresa). È necessario usare tempestività ma anche rigore e attenzione, poiché, generalmente, il controllo del consulente si limita agli aspetti documentali e formali, senza entrare nel merito. Ciò non vuol dire che si possano o si debbano conoscere a menadito ogni legge e regolamento che riguardi il nostro progetto imprenditoriale, ma è consigliabile averne almeno una visione globale per poter individuare, di volta in volta, le capacità tecnico-professionali o i consulenti cui far riferimento.

Gli adempimenti iniziali
Gli adempimenti da eseguire per l’inizio di un’attività di lavoro autonomo sono diversi da quelli necessari per l’inizio di un’attività di impresa (commerciale o artigianale).
Per il lavoratore autonomo vi sono due adempimenti iniziali: l’obbligo di apertura di partita Iva e l’obbligo d’iscrizione all’Inps.
Per l’esercizio di tutte le attività di impresa, oltre agli obblighi di apertura di partita Iva e iscrizione all’Inps, l’imprenditore è tenuto ad effettuare l’iscrizione presso il Registro delle imprese, tenuto presso la Camera di commercio. È necessario che sia effettuata denuncia d’inizio d’attività e di assunzione presso l’Inail.
Mentre buona parte delle comunicazioni sono effettuate dopo l’inizio dell’attività, l’apertura di una posizione Inail e la denuncia di nuovi lavoratori deve avvenire prima che questi inizino la propria opera.
È infine necessario che tutti i locali dove si esercita l’attività (dove avviene l’ingresso del pubblico o dove sono presenti dipendenti e/o collaboratori) siano in regola con la normativa edilizia attualmente in vigore.
Infine, per quanto concerne le attività artigianali, occorre, oltre all’iscrizione al Registro delle imprese, l’iscrizione all’Albo delle imprese artigiane, tenuto anch’esso presso la Camera di commercio.
L’iscrizione a questo albo dà luogo ad una serie di facilitazioni, in materia di accesso al credito, e comporta l’iscrizione all’Inps nella sezione “Artigiani” per il pagamento dei contributi e l’accantonamento della pensione.

Questo sito fa uso dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando con la navigazione del sito accetti l'uso dei cookie. Più informazioni

INFORMATIVA SUI COOKIES

Informazioni sui cookies
Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perchè Unione Artigiani Italiani utilizza i cookies?
Unione Artigiani Italiani utilizza i cookies al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di acquisto modellata il più possibile intorno ai suoi gusti e preferenze. Tramite i cookies Unione Artigiani Italiani fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile sia il procedimento finale di acquisto che la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito Unione Artigiani Italiani – Sede Provinciale di Frosinone ha preso opportune misure tecniche ed organizzative. Per ulteriori informazioni si prega di consultare la nostra Informativa sulla privacy.

Come posso disattivare i cookies ?
È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:
1. Apri Firefox
2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:
1. Apri Internet Explorer
2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:
1. Apri Google Chrome
2. Clicca sull'icona “Strumenti”
3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:
1. Apri Safari
2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

Chiudi